BITCOIN DIPINGE DUE SEGNALI RIBASSISTI, DATO CHE IL PREZZO È DI 13.000 DOLLARI; COSA C’È DOPO?

Bitcoin sta cercando di affrontare un periodo di svendita, poiché il suo grafico giornaliero rivela la presenza di due indicatori ribassisti storicamente accurati.

Il primo di questi segnali è TD9 Sequenziale, una combinazione di nove formazioni di candele successive in una particolare direzione, seguita da un’inversione. In termini profani, TD9 significa un punto di svolta nella polarizzazione di un’attività o di un indice; è popolare tra i trader di azioni e materie prime.

Nel frattempo, il secondo segnale che prevede una tendenza al ribasso nel mercato Bitcoin Code è Doji. Riflette un candeliere i cui tassi di apertura e chiusura sono quasi esattamente gli stessi. I trader trattano il Doji come un indicatore di inversione di tendenza.

L’IMPOSTAZIONE A DOPPIO GIRO

Bitcoin era in forte tendenza al rialzo prima di confermare gli indicatori TD9 Sequenziale e Doji sul suo grafico giornaliero. La criptovaluta è cresciuta di quasi il 35%, superando i livelli di resistenza cruciali, l’ultimo dei quali è stato di 13.000 dollari. Tuttavia, i suddetti indicatori suggeriscono che il rally è frizzante.

Un analista pseudonimo ha pesato:

„Un TD Sequenziale verde „9“ (ancora, imperfetto) su un arco di tempo giornaliero e una classica candela Doji allo stesso tempo. Nella maggior parte dei casi, è seguita da una diminuzione del prezzo“.

Il sentimento si è increspato altrove, mentre un numero maggiore di trader si è espresso a favore di un’inversione ribassista. Il daytrader Nico, per esempio, ha twittato questo martedì sugli indicatori della sequenza TD9 della storia recente, confermando come ognuno di loro abbia seguito un’inversione completa delle proprie tendenze precedenti.

„La struttura [è] simile alla metà di ottobre, dove oscillerà un po‘ di più intorno ai 13k (la linea di tendenza gialla dovrebbe tenere). Dopo di che, mi aspetto una continuazione al rialzo (~14k). Uno stoppino nella zona rossa è anche qualcosa che potrebbe accadere a causa delle elezioni americane che si terranno in futuro“.

Gli analisti globali hanno messo in guardia dall’incertezza in vista delle elezioni presidenziali americane del 3 novembre. E‘ a causa di un pacchetto di sgravi fiscali a lungo ritardato da parte del Congresso USA che, come ritengono il presidente della Camera Nanci Pelosi e il segretario del Tesoro Steven Mnuchin, non sarà finalizzato prima del giorno delle elezioni.

L’assenza di liquidità in dollari dovrebbe spingere gli investitori verso la sicurezza del contante e degli strumenti basati sul contante. Questo, a sua volta, potrebbe danneggiare beni come Bitcoin, che finora si sono fortemente mobilitati contro il primo pacchetto di stimolo del coronavirus di circa 3.000 miliardi di dollari, annunciato nell’aprile 2020.

BITCOIN: 12,5 MILA DOLLARI E RIMBALZO

Gli analisti prevedono che la prossima flessione sarà più debole, visti i fondamentali a lungo termine guidati dalle prospettive del prossimo pacchetto di stimolo, nonché le attuali politiche espansionistiche della Federal Reserve, che includono tassi di interesse bassissimi e programmi di acquisto di obbligazioni infinite.

„Più forte è la tendenza al rialzo, più debole è il ritiro da quel ‚9‘“, ha detto l’analista pseudonimo.

BTC/USD era quotata a 13.135 dollari al momento della stesura di questo articolo. L’analista si aspetta che scenda a 12.500 dollari nella prossima tappa verso il basso, seguito da un rimbalzo verso i 14.000 dollari.